SPALLETTI, IL VERO ACQUISTO

 di Fulvio Floridia Twitter:   articolo letto 198 volte
SPALLETTI, IL VERO ACQUISTO

Ausilio: "A volte non conta solo il mercato. A volte basta scegliere bene l'allenatore, conservare chi c'è già e rilanciarlo, per sfruttare al massimo le risorse che ci sono in squadra. A volte ci si fa prendere dalla frenesia, si perde tempo e denaro. Ci sono tanti esempi di giocatori, anche all'Inter, che cambiando ambiente o allenatore dopo una sola stagione si sono rilanciati".

Le parole di Auslio possono essere un depistaggio per nascondere le strategie d'acquisto in sede di mercato, ma in ogni caso un fondo di verità esiste. Qualche giocatore attuale in rosa non è da Inter e deve essere sostituito, ma da qui a cambiare tutto ce ne vuole. È una risposta a tutti quegli interisti, operatori del settore e gente comune, che sparano a zero su tutte le giocate di ogni giocatore interista, contribuendo a creare un ambiente tendente al precario. Invece no! Insomma si deve ripartire da ciò che di buono si è visto quest'anno (il filotto da prima in classifica di Pioli), ma soprattutto dalla tattica di Spalletti, che è in grado di apporre un vero marchio di fabbrica sulla capacità di gioco della prossima Inter. Ciò non vuol dire che non si possa raggiungere l'obiettivo di qualche giocatore importante e ottimale per l'organico. In definitiva, caro Piero, se arrivano Di Maria, Naingollan o qualche altro top non ci fa proprio schifo...