FIORENTINA - INTER: NAINGOLLAN E PERISIC SUGLI SCUDI

25.02.2019 18:04 di Fulvio Floridia Twitter:    Vedi letture
© foto di DANIELE MASCOLO/PHOTOVIEWS
FIORENTINA - INTER: NAINGOLLAN E PERISIC SUGLI SCUDI

Handanović: gli danno una colpa sul primo goal, subisce una punizione-perla di Muriel e un rigore inesistente, ma evidentemente c’è sempre un capro espiatorio da colpevolizzare a torto... 6,5

D’Ambrosio: reattivo come tutto il comparto difensivo che subisce troppo però per un problema di filtro a centrocampo. Una ingiustizia sul fallo di petto da rigore! Era invece stato bravo a rialzarsi da un fallo subito e a opporsi subito con il corpo. 6,5

Škriniar e De Vrij: coppia collaudata che anticipa tutto ciò che c’è da anticipare. L’olandese non è perfetto sul primo goal viola, ma in quel caso è tutta la retroguardia a prendere un’imbarcata a freddo. 7

Dalbert: non sarà il Maicon della fascia sinistra ma sta affinando gli automatismi con Perisic. Non arriva però mai sul fondo, ma si distingue con un paio di ottime chiusure difensive. 6

Asamoah: fornisce più copertura verso il finale di partita. 6

Vecino: sta cominciando ad avere più tenuta fisica. Appoggia, fa circolare la palla, riparte e segna. Bravo nel goal, da tipico incursore qual’è effettivamente. 6,5

Brozović: è il riferimento del centrocampo, colui che sa trovarsi al posto giusto per aiutare chi è in difficoltà. Attualmente con meno gamba, velocizza il gioco con lanci a tagliare sia a destra che a sinistra. 7

Periŝić: fisicamente sta crescendo e si vede nella qualità delle giocate, nei disimpegni dalla difesa e le incursioni sulla fascia. 7

Nainggolan: tra poco vedremo il vero Naingollan. Quello ammirato ieri gli si avvicina molto. Sempre vicino all’azione in tutte le zone del campo, compreso il pressing alto: vuol dire che ha gamba. Perfetto assist al volo. 7

Borja Valero: entra verso la fine per tener palla, ma viene bypassato nel concitato finale. S.V.

Politano: non dura tutta la partita e si vede che è in fase di recupero fisico. Libero di mente, nel non dover giocare solo su Icardi, si propone con una giocata notevole che da’ il vantaggio all’Inter. Goal tipico del suo repertorio. 6,5

Candreva: entra al posto di uno stanco Politano e rispetta le consegne. 6

Lautaro Martínez: raddoppiato ogni volta che si avvicina all’area, è invece capace di prodursi sulla trequarti in aperture sulle fasce che facilitano la fluidità veloce di manovra. Il goal arriverà, per ora non è fondamentale se segnano gli altri... 6,5

Spalletti: si sta intravedendo il modulo spallettiano con un centravanti meno punto di riferimento e più ripartenze dei centrocampisti sulla trequarti d’attacco. Paura per un notevole abbassamento delle linee con eccessivi pericoli in area. 7