ASTRI e violenza.

16.10.2018 11:23 di Luca Sartini Twitter:   articolo letto 143 volte
Fonte: Luca Sartini
ASTRI e violenza.

La tristezza è infinita. Non è possibile parlare di calcio quando si parla di uomini e di donne, di persone che vivono e soffrono come noi. Ronaldo è un valore aggiunto per qualsiasi tifoso di qualsiasi Campionato. E' talento, agonismo, forza, incapacità di perdere o di tirare indietro la gamba, insomma quello che ogni tifoso vorrebbe per la sua squadra del cuore. Però... Qui si parla di violenza e di violenza che non si può scusare facilmente. In questo momento il transito di Giove sul suo Saturno di nascita in Scorpione e Saturno di Transito in Capricorno quadrato ai suoi Marte e Venere di nascita in Ariete, chiedono il conto. E come se si espandessero le sue "fratture interiori" e gli fosse chiesta ragione dei suoi comportamenti al limite con le donne. Brizzi non era innocente. Asia Argento è vittima di Weinstein e vittima-carnefice di Bennet. La schizofrenia di Ronaldo, della Luna in Leone(donna, madre, emozione, sogno) al suo Sole in Acquario, bruciato dalla Lilith non riduce il pericolo di fraintendimento o di voglia d'imporsi sull'altra, che nel letto e in balia del desiderio sessuale diventa preda.. Basta per valutarlo colpevole? No, ma gli indizi sono forti e troppi, se poi si valuta il periodo del presunto stupro. Allen, Polanski, Spacey, che io amo moltissimo, sono stati trascinati nella polvere e qualche ragione c'era. Io, come dico spesso cerco di non voler sovrapporre tutto: la vita di Caravaggio è una cosa, per esempio, la sua opera, un'altra. Forse sono comunicanti ma qui entriamo nella psiche, nel mito, nell'educazione dell'individuo e nel preciso momento storico. Se per me è facile valutare l'opera dei Nocs(il cui compleanno era ieri) o l'omicidio brutale e premeditato, del giornalista saudita Bilancia, Jamal Khashoggi in Turchia, far finta di nulla con Ronaldo sarebbe pilatesco e vergognoso. Perderò la stima degli juventini e di chi crede che l'astrologia sia solo ricamini d'uncinetto, però credo che l'uomo Ronaldo, non il Campione inarrivabile, sia colpevole e che si trovi ora davanti a un bivio umano difficilissimo. Che cos'è lo Sport? Che esempio deve darci? Stiamo con i Maradona, circoscrivendoli al terreno erboso, o chiediamo fioretti ed ipocrisia all'Universo?